Un evento nel territorio e per il territorio. Nasce da questi presupposti la Mostra del Cinema di Taranto, che ha ufficialmente debuttato nel 2016. Questa nuova edizione (2017/2018) prevede un programma più ampio rispetto alla prima (con numerose iniziative), così come l’arco temporale di riferimento (programmazione triennale).

IL TEMA
Filo conduttore di questa edizione è “La Metamorfosi”, inteso anche come un messaggio di cambiamento e trasformazione per la città di Taranto. Partire dalle sue potenzialità, per poter rinascere. Ecco allora che la Mostra, con la sua attività di radicazione sul territorio, punta proprio a contribuire nello sviluppare una coscienza critica attraverso occasioni di aggregazione e confronto. La prima edizione ha già ottenuto un notevole riscontro, ora- attraverso la progettualità triennale- sarà possibile una maggiore pianificazione delle attività e il coinvolgimento di nuove realtà.

LE ATTIVITA’
In questi nove mesi, sono in programma eventi, workshop, proiezioni, appuntamenti con personaggi di spicco del grande schermo e contest per cortometraggi, con una novità assoluta: le collaborazioni estere, come con la tedesca Deutsche Kinemathek e la produzione cinematografica russa Mosfilm. Alcuni sono stati già realizzati, altri sono in corso di definizione e realizzazione. La programmazione prevede eventi sino al 2020.

LE INIZIATIVE IN CALENDARIO
La nuova edizione della Mostra del Cinema di Taranto si è aperta sabato 30 settembre 2017. In via D’Aquino, nel cuore del borgo di Taranto, c’è stato il Valentino on the wall. Sullo storico palazzo del Banco di Napoli, proiettato “Lo sceicco”, pellicola muta del 1921 con protagonista Rodolfo Valentino. L'omaggio al “mito” di Castellaneta, molto partecipato e che ha incuriosito i tanti passanti, è stato reso ancora più suggestivo dal musicista Giuliano Scarola che, osservando le scene, dal vivo, ha musicato il film con sintetizzatori, campionatori e tastiere. Una performance assolutamente affascinante, con le immagini sui muri del centro cittadino jonico e le note ed i suoni prodotti in tempo reale.

Altro appuntamento si è svolto nel novembre del 2017. La partecipata “Maratona K”: presso la Casa del libro Mandese si sono alternati attori, letterati, ma anche semplici cittadini, alla lettura de “La Metamorfosi” di Franz Kafka. In tanti hanno scelto di essere protagonisti e narratori per un giorno. Una manifestazione che ha messo insieme curiosi, amanti dell’autore e chi si trovava semplicemente a passeggiare nei pressi del leggio.

A gennaio 2018 la MCT ha avuto l’occasione unica di far conoscere le potenzialità artistiche e culturali del territorio jonico ben oltre i confini nazionali. Una delegazione della Mostra del Cinema di Taranto infatti ha presenziato a Mosca, in Russia, al gran galà dei “Golden Eagle Awards” (gli Oscar del cinema russo). L’invito è arrivato direttamente dalla Mosfilm, storica casa di produzione cinematografica russa e una delle maggiori realtà del settore a livello europeo, nonché partner della Mostra tarantina.

Nel mese di marzo 2018, a pochi giorni dai Riti della Settimana Santa che precedono la Pasqua, la Mostra del Cinema di Taranto ha organizzato “Transito” e “Una luce che narra”: una street performance tratta da alcuni film a sfondo religioso e un percorso di squarci d’emozione della Passione di Cristo. Gli attori, per strada, hanno interpretato le fasi salienti e dato risalto ai momenti più particolari delle ultime ore di vita di Gesù.

Camminando per il borgo, il pubblico si è trovato immerso in una dimensione sonora, visiva e corporea, attraverso film come “L’ultima tentazione di Cristo” a “Il Vangelo secondo Matteo”, passando per “Il Padrino”, “Amici miei” e “Jesus Christ superstar”: un alternarsi di passi, voci, rumori, urla e pianti che hanno accompagnato il Mistero.

Nel mese di maggio sono in programma tantissime iniziative. A cominciare da un workshop che si terrà proprio a Taranto con l’attore Pasquale Esposito, conosciutissimo protagonista di Gomorra che, nella fortunata serie tv interpreta il boss Edoardo Arenella “O’ Sciarmant. Dal 28 al 31 maggio, invece, sono in programma proiezioni non stop di film provenienti da tutto il mondo. Nell’ambito delle attività portate avanti, infatti, assume una rilevanza significativa la volontà di avvicinare i giovani alla cultura cinematografica, rendendoli anche fruitori consapevoli e preparati. Da qui la scelta di affidare agli studenti degli istituti superiori la selezione dei film in Concorso. Infatti, la Mostra può vantare anche un Concorso internazionale con 5.000 pellicole in gara da tutto il mondo. Si tratta di prodotti audiovisivi divisi in quattro categorie (corti, lungometraggi, documentari e web series) arrivati da Italia, America, Africa, Giappone, Corea del Sud, Russia, India, Australia e molti stati europei. La fase di premiazione vedrà il coinvolgimento di una giuria internazionale di alto profilo.

I LUOGHI
La Mostra si sviluppa nei luoghi più disparati, con particolare attenzione alla città: Palazzo Pantaleo, Palazzo Galeota, Castello Aragonese, borgo umbertino, ex Caserma Rossarol sono solo alcune delle location coinvolte. Oltre Taranto, sono previste iniziative a Roma, Bari e Matera.

LE ISTITUZIONI COINVOLTE
Per fare questo, risulta fondamentale l’interazione con le tante realtà del territorio. La MCT gode del patrocinio di Unione Europea (Por Fesr-Fse 2014-2020-Patto per il Sud), Regione Puglia (assessorato industria turistica e culturale, gestione e valorizzazione dei beni culturali), Piiil Cultura (prodotto, identità, innovazione, impresa, lavoro), Provincia di Taranto, Comune di Taranto (assessorato alla cultura), Comune di Grottaglie, Marina Militare e Università “Aldo Moro” di Bari (dipartimento jonico).

I PARTNER AFFILIATI
La particolarità della Mostra del Cinema di Taranto è la sua capacità di essere particolarmente attrattiva, a più livelli. Di seguito: alcuni dei partner affiliati: Fondazione Pino Pascali, Cinerapsodi, Time Zones, Teatro della Fede, CCIO, Apulia Film Commission, Valigia Travel, Globe Service Srl, Casa del Libro Mandese, ABA BA, Mosfilm, B Geek, RAI, Confagricoltura, Film Tv, GAL Magna Grecia, 7th Art International Agebcy, Babele, Peerformer.com, Deutsche Kinemathek, Istituto Cabrini, Istituto Pitagora, Liceo Aristosseno, Liceo Moscati.

LA STAMPA
La prima edizione dell’evento e quella ormai in corso hanno già ottenuto un grande seguito da parte dei giornalisti, con una rassegna stampa di migliaia di pagine e l’interessamento di testate come Telenorba, Rai, Studio100, Trm tv, Tbm, Canale 85, La Repubblica, Corriere della Sera (edizione Puglia), Taranto Buona Sera, La Gazzetta del Mezzogiorno, Ansa, Nuovo Quotidiano di Puglia, Lo Jonio, Extra magazine e molte altre.