C’erano praticamente tutti: attori, registi, istituzioni, filmaker e organizzatori. Grande festa domenica sera al Relais Histò sul Mar Piccolo per la chiusura della prima edizione della Mostra del Cinema di Taranto. Una serata per raccontare il senso più vero dell’iniziativa, ripercorrere tra immagini e parole questi otto giorni di evento (dall’11 al 18 dicembre) e- perché no- dare l’appuntamento all’anno prossimo. “Siamo emozionati- ha esordito il direttore artistico Mimmo Mongelli- per l’attenzione che è stata riservata a questa iniziativa. Taranto ha bisogno di occasioni come questa e siamo felici di aver dato il nostro contributo”. Un plauso al lavoro fatto è arrivato anche dalla Regione Puglia, rappresentata da Aldo Patruno, direttore del Dipartimento Turismo, Economia della cultura e Valorizzazione del territorio. “Nel piano strategico della cultura- ha detto- sono presenti alcuni indicatori perfettamente in linea con questa Mostra: penso all’identità, al mare, alla storia, all’archeologia”. Il riferimento è, ovviamente, ai temi affrontati nel corso delle proiezioni- ben 120 nel giro di soli cinque giorni- che sono state spesso occasione anche di dibattito. Alla serata, poi, non poteva certo mancare l’assessore alla cultura del comune di Taranto, Gina Lupo. “Abbiamo subito aderito con entusiasmo all’idea di questa Mostra- ha sottolineato nel corso del suo intervento- mettendo a disposizione alcuni dei nostri luoghi più belli, convinti che operazioni come questa siano da stimolo per un rilancio della nostra bellissima città”.

E, a raccontare Taranto, ci hanno anche pensato alcuni giovani filmakers, che hanno partecipato al contest promosso per l’occasione. Primo premio da 1000 euro ad Amerigo Ruocco con il suo documentario “Scurisciuta”. Per lui anche un’opera in ceramica realizzata dalla Bottega “La terra incantata" dei fratelli Spagnulo di Grottaglie. E forse, per la prima volta in Italia, un premio avrà un nome femminile. “Si chiamerà infatti Kathy in onore della storia di una delfina- ha spiegato Mongelli- ma anche con un evidente richiamo a Taranto”. Secondo posto, invece, per Virginia Marinò e Sunita Milella dell’istituto Cabrini, anche loro selezionate da una giuria qualificata presieduta dall’attore e regista Alfredo Traversa.

Infine, i tanti ospiti, a cominciare dall’omaggio alla sua città di uno straordinario attore Ettore Toscano. Insieme a lui, i registi esordienti nel lungometraggio Fabio Guaglione e Fabio Resinaro che hanno presentato alcuni trailer del film di genere “Mine”, l’attore e regista Eugenio Cappuccio (solo per fare qualche esempio, suoi i film “Volevo solo dormirle addosso”, con Giorgio Pasotti e Cristiana Capotondi, “Uno su due” con Fabio Volo e Anita Caprioli, “Se sei così ti dico sì” con Emilio Solfrizzi e Belén Rodríguez), lo scrittore Mario Desiati, che ha pubblicato con Einaudi il suo nuovo libro, “Candore” ai primi posti nelle classifiche nazionali.

La Mostra del Cinema è stata anche occasione per ricordare la figura di Anna Fougez, nel 50° anniversario dalla morte, grazie all’iniziativa dell’associazione “La Bottega delle idee” che ha promosso una prima nazionale, un libro catalogo e una mostra interamente dedicata all’artista.

Domenica 18 dicembre serata conclusiva all’Histò con attori e registi, aperta al pubblico.

Mostra del Cinema di Taranto: ultimo atto. Si chiuderà con una grande festa- aperta a tutti- la prima edizione della manifestazione. Per l’occasione, domenica 18 dicembre, registi, attori, autorità e altri ospiti saranno presenti alla serata conclusiva. L’appuntamento (aperto al pubblico su invito, scaricabile dalla pagina Facebook “Mostra del Cinema di Taranto”) è alle 19 al Relais Histò sul Mar Piccolo. I registi Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, lo scrittore Mario Desiati, l’attore Ettore Toscano, una rappresentanza della Sun Film: questi alcuni dei nomi presenti. A causa di sopraggiunti impegni, non potrà esserci il noto telefonista Pinuccio, che ha però promesso un videomessaggio, realizzato appositamente per gli amici della Mostra. All’Histò, anche l’attore e regista Eugenio Cappuccio che, nelle giornate di sabato e domenica, sarà impegnato con un workshop di recitazione, organizzato nell’ambito della prima edizione della Mostra.
Nel corso della serata, poi, si conoscerà il nome del vincitore del Contest “Enjoy Taranto”, selezionato da una giuria di esperti, composta dal regista e attore Alfredo Traversa e dai critici cinematografici Gianluca Bianchi e Domenico Palattella. Numerosi i documentari inviati in questi giorni dai tanti filmakers che hanno scelto di raccontare la città di notte. Al vincitore andrà un premio di 1000 euro e la presenza sul portale www.peerformer.com. Per 3 mesi, poi, sulla base dei “like” ottenuti, sarà premiato un altro documentario con 500 euro. La serata si chiuderà in modo originale e, rigorosamente, a tema: previsto infatti l’intrattenimento di Joghi DJ che farà ballare sulle note di colonne sonore da film.
La Mostra del Cinema è realizzata con il contributo della Regione Puglia- Assessorato all’Industria Turistica e Culturale- e di PugliaPromozione. A sostenere l’iniziativa, tra gli altri, Comune di Taranto- Assessorato alla Cultura, Provincia di Taranto, Università degli Studi di Bari Aldo Moro- Dipartimento Jonico, Marina Militare, Amici della Musica Arcangelo Speranza.

Per la Mostra del Cinema, venerdì 16 il musicista Enzo Lanzo a Taranto in concerto in un luogo simbolo

La Mostra del Cinema fa tappa in un luogo simbolo di Taranto: le Colonne doriche. In questo scenario suggestivo, che ricorda le origini della città, venerdì 16 dicembre alle ore 20.30 arriva la musica di Enzo Lanzo, che accompagnerà la visione di “Beyond The Rocks”, l'unico lungometraggio con la coppia Rodolfo Valentino e Gloria Swanson. Questo lavoro del 1922 è stato tradotto in Italia con “L'età di amare”. È la seconda volta che Enzo Lanzo si misura con la sonorizzazione live del filmato, ma a Taranto sarà da solo, in compagnia delle sue percussioni e dei suoi “plug-in”, nell’ambito della rassegna “Valentino on the walls”. L’esordio di Lanzo sulla scena nazionale ed europea avviene nel 1991 quando, entrato nel gruppo di Enrico Rava, viene introdotto attivamente nell'ambiente jazzistico con concerti nei più importanti festivals, rassegne e jazz clubs.
E sempre venerdì sera, quasi in contemporanea- e precisamente alle 21 a Palazzo Pantaleo- è in programma l’esibizione di Marina Lupo “Colore Viola- tratti di Cesare Giulio”. Attrice storica del teatro a Taranto, Marina Lupo è molto attiva in città e apprezzata per la sua professionalità.
Ma la Mostra del Cinema di Taranto è anche momento di riflessione e dibattito. Sarà infatti l’istituto Pitagora, in collaborazione con “7Th Art International Agency Srl” ad ospitare il convegno alle ore 11 “Cinema e Web. Il futuro del cinema è on line?”. L’approfondimento è finalizzato a tracciare una sorta di percorso dalla nascita di internet fino all’avvento di Netflix, per giungere ad una riflessione sui cambiamenti rispetto alla fruizione dei contenuti audiovisivi sul web. Modera il critico cinematografico Gemma Lanzo. Tra gli illustri relatori, Enrico Menduni (autore radiofonico e televisivo, documentarista e docente), Maurizio G. De Bonis (giornalista e critico cinematografico, fotografico e delle arti visive), Matteo Marelli (si occupa di selezioni al Filmmaker Festival di Milano e collabora con l’Enciclopedia Treccani).
Infine, le tantissime proiezioni aperte al pubblico, e ospitate nella libreria Ubik, al Castello Aragonese e negli storici Palazzi Galeota e Pantaleo. Tra queste, Una piccola impresa meridionale di Rocco Papaleo (ore 18.50, Castello), Fuocoammare di Gianfranco Rosi (ore 22.15, Castello), North Country - Storia di Josey di Niki Car (ore 21.30, Palazzo Pantaleo). Il programma nel dettaglio si può trovare sulla pagina Facebook “Mostra del Cinema di Taranto” oppure nell’InfoPoint allestito nella libreria Ubik (in via di Palma 69).

VENERDI 16: PROGRAMMA INTEGRALE
CONVEGNO
ore 11, istituto Pitagora, convegno “Cinema e Web. Il futuro del cinema è on-line?”, in collaborazione con 7Th Art International Agency Srl
Moderatore
Gemma LANZO. Giornalista, critico cinematografico, membro FIPRESCI (Fédération Internationale de la Presse Cinématographique) e Consigliere Nazionale del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), collabora con varie testate giornalistiche nazionali.
Relatori
Maurizio G. DE BONIS. Maurizio G. De Bonis è critico cinematografico, fotografico e delle arti visive, giornalista culturale e curatore, membro del Comitato Esecutivo del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani). È direttore responsabile della testata giornalistica Cultframe – Arti Visive e della rivista online del SNCCI: CineCriticaWeb. È condirettore della testata giornalistica Punto di Svista – Arti Visive in Italia.
Matteo MARELLI. Matteo Marelli si occupa del lavoro di selezione per Filmmaker Festival di Milano. Redattore e critico di Cineforum, di Uzak.it collabora con l’Enciclopedia Treccani, la rivista internazionale Studi Pasoliniani, Il Manifesto e la rivista di critica online Spietati.it.
Enrico MENDUNI. Enrico Menduni è giornalista professionista, autore radiofonico e televisivo, documentarista e professore ordinario di Cinema, fotografia e televisione nell’Università Roma Tre. E’ direttore di RomaTreRadio e Vice-Presidente della Consulta Universitaria del Cinema (CUC). Collabora attivamente a giornali, riviste, social network; e amministra un suo sito web: www.mediastudies.it.

PROIEZIONI
Libreria Ubik:
The best Of (il meglio dei festival della Provincia, in collaborazione con Castellaneta Film Fest, Corto Sordi di Grottaglie, Festival “A spasso fra le nuvole- premio Stefano Contessa” di Manduria e PalagianoInCorto)
Palazzo Galeota:
15:00 - Valhalla Rising - Regno di sangue (2009) di Nicolas Winding Refn
16:50 - Excalibur (1981) di John Boorman
19:15 - Hugo Cabret (2011) di Martin Scorsese
21:40 - I sogni segreti di Walter Mitty (2013) di Ben Stiller
Castello Aragonese:
15:00 - E la nave va (1983) di Federico Fellini
17:10 - Racconti d’estate (1958) di Gianni Franciolini
18:50 - Una piccola impresa meridionale (2013) di Rocco Papaleo
20:30 - Il postino (1994) di Michael Radford e Massimo Troisi
22:15 - Fuocoammare (2016) di Gianfranco Rosi
Palazzo Pantaleo:
15:00 - We Want Sex (2010) di Nigel Cole
16:50 - Il posto (1961) di Ermanno Olmi
18:25 - Pride (2014) di Matthew Warchus
21:30 - North Country - Storia di Josey (2005) di Niki Car

TEATRO
Performance ore 21 a Palazzo Pantaleo - Colore viola esibizione di Marina Lupo

VALENTINO ON THE WALLS
20.30 Colonne doriche L'età di amare (80') di Sam Wood/ Esecuzione musicale dal vivo di Enzo Lanzo

Per la Mostra del Cinema il 15 il noto pianista pugliese, l’attrice Tiziana Risolo e due convegni.

È tra i testimonial del jazz italiano in Europa. La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo: dal Giappone agli Usa. È Mirko Signorile, pianista pugliese, da anni attivo nella scena nazionale. Sarà tra gli ospiti di giovedì 15 della Mostra del Cinema di Taranto. Il suo concerto, alle 20.30, in Piazza Maria Immacolata, nell’ambito della rassegna “Valentino on the walls”, dove spazi urbani diventano contenitore per i film muti di Rodolfo Valentino, musicati ‘live’ dagli artisti più disparati, su iniziativa dell’attore e regista Alfredo Traversa. A Signorile- che annovera collaborazioni con Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Giuliano Sangiorgi il compito di sonorizzare dal vivo la proiezione di “Sangue e arena”, con protagonista il celebre divo del cinema muto Rodolfo Valentino.
Sempre in serata, altro appuntamento particolarmente significativo della giornata sarà alle ore 21 al Castello Aragonese con Tiziana Risolo in “Legami a Taranto! Provano a dividerci ma restiamo azzeccati a cozza”. L’attrice proviene dalla Scuola Orazio Costa di Bari, ha esperienza cinetelevisiva e con numerose compagnie. Interpreterà un monologo di Valerio Laruccia.
Spazio anche ai momenti di riflessione, a cominciare dal convegno su “Identità e storia per creare il futuro”. Illustri relatori (ore 11, Provincia via Anfiteatro) si confronteranno sul tema, particolarmente significativo per la città dei due mari. A moderare il dibattito Gemma Lanzo, giornalista, critico cinematografico e Consigliere Nazionale del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani che, per la Mostra, sta organizzando questi momenti di incontro. Relatori saranno l’intellettuale Paride Leporace, attualmente direttore della Lucana Film Commission, lo psicanalista e docente Giancarlo Magno, il docente di Psicopedagogia dei linguaggi comunicativi Mimmo Pesare. Sempre nell’arco della giornata, alle 19 a Palazzo Pantaleo, incontro tra l’architetto e ingegnere Carmine Chiarelli e il critico Gianluca Bianchi.
Nel frattempo, proseguono anche le proiezioni, la cui organizzazione generale è affidata al regista Massimo Cerbera. Tra i tantissimi film, “Master & Commander” di Peter Weir (ore 21.45, Castello), il lavoro “Scorie in libertà- l’incredibile avventura del nucleare in Italia” di Gianfranco Pannone (ore 20.15, Palazzo Pantaleo) e “The Big Fix” di Josh Tickell e Rebecca Harrell Tickell (21.30, Pantaleo).
Il programma nel dettaglio si può trovare sulla pagina Facebook “Mostra del Cinema di Taranto” oppure nell’InfoPoint allestito nella libreria Ubik (in via di Palma 69).

GIOVEDI 15: PROGRAMMA INTEGRALE

CONVEGNO
Alle ore 11 in Provincia convegno “Identità e storia per creare futuro”. Modera Gemma Lanzo, intervengono Paride Leporace, Giancarlo Magno, Mimmo Pesare.

PROIEZIONI
Castello Aragonese:
15:00 - La battaglia di El Alamein (1969) di Giorgio Ferroni 16:40 - Rascel Marine (1958) di Guido Leoni 18:10 - Marinai, donne e guai (1958) di Giorgio Simonelli
19.40 - Sapore di mare (1983) di Carlo Vanzina 21:45 - Master & Commander - Sfida ai confini del mare (2003) di Peter Weir

Palazzo Pantaleo:
15:00 - Crepa padrone, Tutto va bene (1972) di Jean-Luc Godard
16:30 - La classe operaia va in paradiso (1971) di Elio Petri
18:15 - Taranto oggi (1972) di Marco Zavattini
18:35 - I quattro elementi (2014) di Corrado Punzi
20:15 - Scorie in libertà – L’incredibile avventura del nucleare in Italia (2012) di Gianfranco Pannone
21:30 - The Big Fix (2012) di Josh Tickell e Rebecca Harrell Tickell
23:00 - La salute in fabbrica (1972) di Giuseppe Ferrara

DIBATTITO
Alle 19 a Palazzo Pantaleo, incontro tra l’esperto Carmine Chiarelli e il critico Gianluca Bianchi. Riflessione su “Industria e Cinema”.

TEATRO
Alle 21 il Castello Aragonese ospita l’esibizione “Légami a Taranto!” dell’attrice Tiziana Risolo. Proviene dalla Scuola Orazio Costa di Bari, collabora con compagnie di Taranto e ha esperienza cinetelevisiva.

MUSICA- OMAGGIO VALENTINO
Piazza Maria Immacolata ore 20:30 - Sangue e arena (80') di George Melford Fred Niblo e Dorothy Arzner (non accreditata). Esecuzione musicale dal vivo di Mirko Signorile.

Mercoledì 14 l'omaggio a Rodolfo valentino anticipato alle 20.30 con le musiche di Giuseppe De Trizio

Un monologo teatrale dedicato a Taranto, un documentario sulla Marina militare, un incontro sull’arte della navigazione, persino una proiezione in esclusiva mondiale: sono alcuni spunti di quello che accadrà mercoledì 14 dicembre nell’ambito della Mostra del Cinema. E intanto si registra un cambio di programma per le sonorizzazioni dal vivo dedicate a Rodolfo Valentino: le proiezioni sui palazzi storici vengono anticipate alle 20.30. Cinema, musica e teatro si fondono nei luoghi più suggestivi della città, per una rassegna che vuole coniugare emozioni, riflessioni e intrattenimento. A cominciare dall’attore Mimmo Fornaro che, nel suo Profumo di nuovo (alle 21 a Palazzo Galeota, in via Duomo), racconterà una storia in bianco e nero, fatta di sensazioni che restano sulla pelle come tatuaggi e che continuano a ritornare sotto forma di note, parole e gesti nell’adulto che non ha smesso mai di ricordare. Cantastorie da sempre, Mimmo Fornaro rappresenta la voce e il corpo di Taranto.

Per Valentino on the Walls le musiche di Giuseppe De Trizio, fondatore del gruppo Radicanto, faranno da colonna sonora al lungometraggio La signora delle camelie, un film del 1921 diretto da Ray C. Smallwood e tratto dal romanzo di Alexandre Dumas figlio: la storia d’amore tra Armand e Marguerite, alla base dell’opera romantica di Giuseppe Verdi “La traviata”. Location Piazza Maria Immacolata (ore 20.30). De Trizio ha inciso numerosi dischi con Radicanto, Tabulè, Teresa De Sio e Raiz per etichette indipendenti e per le major Universal Music, Emi ed Edel. Proseguono anche le proiezioni: nel ricco programma (alle 17.50 nel Castello Aragonese) in calendario Taranto e la Marina Militare nel XX secolo, con videodocumenti esclusivi concessi dall’Ufficio Storico della Marina Militare, a cura del comandante Domenico Rotolo.

Sempre nel Castello, alle 19, si terrà l’incontro L’arte del navigare con il docente universitario Niccolò Carnimeo, il critico cinematograficoDomenico Palattella e lo storico della Marina Domenico Rotolo. Tra gli altri film da segnalare, anche la proiezione di “Metropolis d.c” di Fritz Lang (Palazzo Pantaleo, ore 15.10). È un’esclusiva mondiale, considerando che questa versione integrale sarà proiettata per la prima volta proprio a Taranto.

Il programma nel dettaglio si può trovare sulla pagina Facebook “Mostra del Cinema di Taranto”
oppure nell’InfoPoint allestito nella libreria Ubik (in via di Palma 69).

Mercoledì 14: programma integrale PROIEZIONI Sezione TaCi (Taranto e il Cinema)
Università – Convento di San Francesco
15:15 Il Vangelo Secondo Matteo, 1964 di Pier Paolo Pasolini
17:40 Mar Piccolo, 2009 di Alessandro Di Robilant
19:15 L’infermiera di Notte, 1979 di Mariano Laurenti
20:50 Belli di Papà, 2015 di Guido Chiesa
22:30 Il Paese delle Spose Infelici, 2011 di Pippo Mezzapesa

Sezione MiSto (Mito, Storia, Archeologia) Palazzo Galeota – Via Duomo
15:00 Gli Argonauti, 1963 di Don Chaffey
16:45 Ulisse, 1953 di Mario Camerini
18:45 Medea, 1970 di Pier Paolo Pasolini
21:45 Satyricon, 1969 di Federico Fellini

Sezione MarMariMarina (Mare, Marina, Marineria) Castello Aragonese
17:10 The Seafarers, 1953 di Stanley Kubrick
17:40 Il bidello dei mari, 1940 di Flavio Calzavara
17:50 Taranto e la Marina Militare nel XX secolo, videodocumenti storici concessi dall’Ufficio Storico della Marina Militare a cura del Com. Domenico Rotolo
20:45 Mediterraneo, 1991 di Gabriele Salvatores
22:15 Sul mare, 2010 di Alessandro D’Alatri

Sezione InduCi (Industria e Città) Palazzo Pantaleo – Rampa Pantaleo
15:10 Metropolis d.c.,1927 di Fritz Lang
17:30 Ghisa, 1964 di Otar Iosseliani
17:50 Il pianeta d’acciaio, 1962 di Emilio Marsili
18:15 Grazie, signora Thatcher, 1996 di M. Herman
20:00 Due giorni, una notte, 2014 di Jean-Pierre e Luc Dardenne
21:40 Tempi moderni, 1936 di Charles Chaplin

DIBATTITO Castello aragonese
19:00 Incontro L’arte del navigare con Domenico Rotolo, Niccolò Carnimeo e Domenico Palattella

TEATRO
Palazzo Galeota via Duomo ore 21 Performance Profumo di nuovo con Mimmo Fornaro

MUSICA – OMAGGIO A VALENTINO
Proiezione su architettura – Piazza Immacolata. 21:30 Valentino on the Walls – Musiche di Giuseppe De Trizio/ film La signora delle camelie